Elaborazione di un CHINCHORRO ed un'Amaca

Elaborazione di un CHINCHORRO ed un'Amaca

Per realizzare un chinchorro o un'amaca, a volte sono necessari fino a tre artigiani e ci vogliono tre mesi per completare un pezzo.

Il chinchorroWayuú di La Guajira è assemblato su un telaio verticale e i nodi vengono formati uno ad uno fino a completare il corpo o la base. Le testate del letto, (pezzi che permettono di appenderlo) invece, sono intrecciate; e quelle che chiamano guarniture o frange, sono anch'esse realizzate a parte e solitamente vengono lavorate a mano con luncinetto (tecnica del crochet). I colori possono essere infiniti, poiché utilizzano filati di cotone o cotone abbinato a fibre sintetiche che consentono loro di attraversare meravigliose gamme cromatiche di una qualità che supera il tempo e l'uso. Per quanto riguarda i disegni (kanasü), possono usare figure o scene precolombiane, momenti della loro vita quotidiana e della natura: la ranchería(la vita rurale), il pascolo, la pesca, i piccoli frutteti e la tessitura che di solito si rappresentano nelle guarnizioni. La qualità di questi prodotti è assoluta ed è possibile avere un chinchorroper tutta la vita purché si tenga presente che il sole e la pioggia possono essere inclementi. Se vengono tenuti all'esterno, si consiglia, finita la stagione estiva, di lavarli a mano o a secco e di conservarli sempre puliti. Se invece rimangono in uno spazio interno, la manutenzione sarebbe la stessa di qualsiasi mobile della casa.

La regione di La Guajira è condivisa tra Colombia e Venezuela e appartiene agli indigeni Wayuu. Non si sentono né colombiani né venezuelani; e infatti in molti casi hanno entrambe le nazionalità, poiché da secoli i confini tra le due nazioni si sono fusi e diluiti, essendo più che due paesi, una grande comunità. I Wayuu hanno una loro lingua, il wayuunaiki, e per loro tutti noi che non siamo indigeni siamo arijuna, stranieri che di solito non rispettano le regole e di cui bisogna diffidare. Con il tempo e le delusioni, gli arijunasono entrati a far parte del loro ambiente e non possono fare a meno di rimanere stupiti da queste espressioni artistiche in una terra ricca di contrasti e difficoltà.

Originariamente la tessitura era un compito complementare per la comunità Wayuu, tuttavia, la penisola di La Guajira, una regione di estrema siccità dove mancano acqua potabile, elettricità e tutti i bisogni primari reclamano di essere soddisfatti; questa arte ancestrale fiorisce come attività principale ed è diventata l'unica possibilità di continuità economica, sociale e culturale. I Wayuu hanno le loro tradizioni e regole e anche le loro leggi quando si tratta di farle rispettare. Molti ci hanno avvertito su di loro, ma Legado nella nostra spedizione ha incontrato solo persone meravigliose e nobili, desiderose di lavorare e portare avanti la loro comunità.

Per quanto riguarda le amache di San Jacinto, Bolívar, il processo è più veloce poiché è assemblato su un telaio verticale ma la costruzione della base è fatta con un pezzo di legno che preme i fili fino a farli diventare un tessuto. Ci vogliono circa due settimane per realizzare il pezzo centrale e le testate del letto (pezzi che permettono di appenderlo) sono intrecciate a mano; e le frange possono essere realizzate con gli aghi (tecnica all'uncinetto) oppure, sono realizzate a mano con i nodi (tecnica del macramè). I colori possono essere infiniti, poiché utilizzano filati di cotone o cotone abbinato a fibre sintetiche che consentono loro di attraversare gamme di colori meravigliosi di una qualità che non scade nel tempo e nell'uso. Queste amache, originariamente risalenti agli indiani Senú, erano color ecrù con elementi neri che simulavano il tradizionale cappello volteaocolombiano. Nel tempo, ma senza abbandonare i disegni tradizionali, sono stati incorporati un'infinità di colori e l'amaca di San Jacinto passa attraverso le righe, i quadri e i tessuti sfumati, donando al mondo una vivacità senza pari. La qualità di questi prodotti è assoluta ed è possibile avere un'amaca per tutta la vita purché si tenga presente che il sole e la pioggia possono essere inclementi. Se vengono tenuti all'esterno, si consiglia, finita la stagione estiva, di lavarli a mano o a secco e di conservarle sempre pulite. Se invece rimangono in uno spazio interno, la manutenzione sarebbe la stessa di qualsiasi mobile della casa.

San Jacinto è un  paesino conosciuto quasi esclusivamente per le sue amache, tuttavia, 20 anni fa è stato conosciuto anche per il conflitto armato tra guerriglieri e paramilitari in Colombia. La maggior parte dei suoi abitanti, tra cui le tessitrici, dovettero spostarsi dalle proprie case per paura di essere uccisi in una guerra fratricida insensata in cui il semplice parlare con l'una ti rendeva oggetto di rappresaglia da parte dell'altra. Fortunatamente, questo è un brutto ricordo, e molti hanno potuto tornare alle loro case non senza piangere qualche perdita nelle loro famiglie. Le donne si sono organizzate in associazioni, si sostengono a vicenda e lavorano insieme e sanno che l'unica cosa su cui possono contare è la meravigliosa capacità che hanno nelle loro mani di trasformare semplici fili in opere d'arte. Legado è andato a San Jacinto, nel dipartimento di Bolívar, e siamo stati accuditi come una famiglia, accogliendoci nelle loro case a braccia aperte.

In un processo meno artigianale, ma altrettanto bello, abbiamo scoperto anche un laboratorio nella città di Bogotà, dove le amache vengono realizzate più rapidamente su telai meccanici e i dettagli delle testate e delle frange o guarnizioni, vengono completati a mano in macramè o l'uncinetto.

Ada Valeria Lo Curto e Giancarlo Votta per www.legado.it 

7 comments

] Ipibisi zax.rgas.legado.it.opg.qu http://slkjfdf.net/

ejowiwii

] Egotukasa kji.allv.legado.it.ctz.yx http://slkjfdf.net/

apsujijige

] Adigesobe yli.dqmm.legado.it.csg.vy http://slkjfdf.net/

acizeho

] Ugepoyu joy.aklj.legado.it.iqv.ne http://slkjfdf.net/

anavoxufala

] Isudloyu ysv.cnzf.legado.it.ued.tw http://slkjfdf.net/

orxiixsadis

Leave a comment